Home arrow Notizie arrow Varie arrow Chi fa cicloturismo non fa autoturismo
PDF Stampa E-mail

Chi fa cicloturismo non fa autoturismo

cicloturismo_no_autoturismo.jpg
Di Andrea Scagni
 
Una risposta all’articolo di Stefano Gerosa “Sbandare con le gite? Attenti, FIAB non è un’associazione ricreativa ”. Anche scegliere di passare il proprio tempo libero in bicicletta è una scelta di stile di vista sostenibile e positiva. I turisti in auto privata portano con sè code inenarrabili, ingorghi in ingresso e uscita dai centri urbani, parcheggio selvaggio, inquinamento, ecc.
 
Sono attivo in FIAB da molto tempo, non solo come promotore di attività cicloturistiche. Ho accettato l'incarico di "responsabile dell’attività cicloturistica" per FIAB-Milano, perchè mi permetteva di fare qualcosa senza una presenza forte sul territorio, che non avrei altrimenti potuto mettere in campo. Mentre a Torino svolgo anche un’intensa attività sulla promozione e governance della mobilità sostenibile, tramite il ruolo che ho ormai da quasi un anno di responsabile per l'Università di Torino del GREEN OFFICE lato mobilità, dove tra l'altro evidenzio in tutti i contesti il mio ruolo e la mia appartenenza a FIAB.
 
Condivido quanto osserva Stefano Gerosa nel suo articolo. L'unica sfumatura che ritengo non completamente presente è che certamente il cicloturismo è "facile" da vendere, perchè resta un'attività piacevole e di svago (se ben condotta e organizzata), ma questo non toglie che anche scegliere di passare il proprio tempo libero in questo modo è una scelta di stile di vista sostenibile e positiva.
Chi fa cicloturismo non fa, o fa molto meno, "autoturismo", intendo.
L'impatto della motorizzazione privata selvaggia in ambito urbano, specie per i "cittadini" che risiedono in aree fortemente urbanizzate, è evidente e quotidiano. Ma non è l'unico impatto: anche le attività di turismo ed escursione, ormai assolutamente di massa in una società come la nostra, hanno conseguenze forti sulla sostenibilità del nostro modo di vivere.
Forse a Milano, città non a grande richiamo turistico, sentiamo meno la cosa, ma volgete lo sguardo alle città che sono un magnete per chi viaggia e pensate quale impatto hanno le scelte di mobilità di chi le visita!
I turisti in auto privata portano con sè code inenarrabili sulle grandi arterie stradali, ingorghi in ingresso e uscita dai centri urbani, parcheggio selvaggio ma spesso tollerato perchè il turista porta soldi, e poi ovviamente inquinamento atmosferico acustico ecc. ecc.
E ancora, pensate quanto sia ancor più diverso l'impatto del cicloturismo quando la scelte della modalità di viaggio od escursione è rivolta alla visita di zone ad alto pregio naturalistico-ambientale, dove l'assalto dei gitanti automuniti è spesso paragonabile ad un flagello stile cavallette.
 
Concludendo quindi: sacrosanto non dimenticare uno dei due "fronti" della nostra iniziativa, ma questo deve valere in entrambi i sensi.
Paradossalmente, una associazione FIAB che si dedicasse esclusivamente alla ciclabilità urbana, sarebbe altrettanto "monca" di una che si occupa solamente di gite e viaggi.
L'importante - è questo che è cruciale - è che in tutte le nostre attività vengano sottolineati ai partecipanti, specie nuovi, gli aspetti che ne fanno attività di un'associazione ambientalista, e non un dopolavoro.  E che si parli, non appena è possibile, anche delle altre iniziative dell'associazione a tutto tondo.
 
< Prec.   Pros. >
 

PROSSIME INIZIATIVE

 

Sulle antiche orme dei pellegrini

bicipellegrini150.jpg
23 maggio 2017
 

Tra le vie d'acqua

28_05_2017vicenza150.jpg
28 maggio 2017
 

Colli Euganei-Padova

28_05_2017_noventa150.jpg
28 maggio 2017
 

Bikini bike: da Vicenza a Sottomarina

17-18_06_2017_150.jpg
17-18 giugno 2017
 

Ciclovacanza 2017

ciclovacanza2017_150.jpg
12-20 agosto 2017
Iscriviti Online
 

SEGNALAZIONI

 

La Regione Veneto istituisce il Tavolo per la Mobilità Ciclistica

regione_veneto_tavolo_mobilita.jpg
 

Chi fa cicloturismo non fa autoturismo

cicloturismo_no_autoturismo.jpg
 

10 anni di proposte inascoltate

10annipropostein.jpg
 

Ancora senza targa?

targa2015.jpg
La trovi in sede e nei Tuttinbici Point
 

Campionato europeo di furto bici. Roma tra le finaliste

bici_citta_furto_roma.jpg
 

Sicurezza stradale e Mobilità dell’Utenza non motorizzata

quaderno_sic_stradale.jpg
 

Chiediamo le strade a misura di bambino

30_e_lode_sondaggio.jpg
Partecipa al concorso
 

Ad Arezzo il cicloturismo incontra l’ospitalità rurale

ciclotour2015.jpg
 

Le associazioni ambientaliste chiedono vagoni attrezzati per le bici

nuovitreni500_150.jpg
 
muoversi_citta_libro_150.jpg
 

Protocollo d'intesa RFI-FIAB. Stazioni più accessibili per la bici

accordo_rti_fiab.jpg
 

Il miglior sistema di bike sharing del mondo è in Cina?

bikesharing_cina.jpg
 

VUOI ENTRARE NEL NOSTRO GRUPPO DI AMICI?

iscriviti.jpg
Iscriviti e riceverai le nostre "Newsletter e Infogite": sarai tempestivamente informato di tutte le attività e le escursioni.
 

Olanda: nasce la prima pista ciclabile a pannelli solari incorporati

pista_ciclabile_fotovoltaica_150.jpg
 

In Europa ce l'abbiamo fatta!

europaecf2012dicembre_150.jpg
 

Volete salvare delle vite? Istituite zone 30 in tutte le città

zone30citta.jpg
La proposta di Tuttinbici 
 
tuttinbici_fb150.jpg
 
bc_150.jpg
Socio FIAB? La ricevi.
Regala l'abbonamento ad un amico  
 

TUTTINBICI FIAB VICENZA

ADERISCE A:

logo_fiab_in_evidenza_home.jpg
 
logo_ecf_in_evidenza_home.jpg