Home arrow Notizie arrow Varie arrow Per una cittą pił a misura d'uomo...e di bicicletta
PDF Stampa E-mail

Per una città più a misura d’uomo ….  e di bicicletta

Vicenza, Sabato 26 giugno

All’arrivo della pedalata ad ostacoli promossa da Tuttinbici FIAB e Legambiente al parco Retrone, è stata indetta una conferenza per affrontare il tema della ciclabilità nel capoluogo berico.
Michele Mutterle, referente della commissione tecnica di Tuttinbici, e Gaetano Calegaro, presidente della sezione vicentina di Legambiente, hanno ricordato nei loro interventi come le due associazioni si battano per una città ciclabile da ormai venti anni, perché più bicicletta significa una maggiore salute, sia privata che pubblica.
Dal punto di vista individuale infatti è dimostrato che chi usa quotidianamente la bicicletta ha più probabilità di vivere più a lungo ed è un mezzo consigliato dagli stessi medici per svolgere una regolare attività fisica. Inoltre, fatto non trascurabile, porta ad un risparmio economico non indifferente, stimato sui 2000 euro all’anno, rispetto a chi utilizza l’auto.
Ma una città ciclabile porta molti vantaggi a tutta la comunità locale: un’evidente riduzione dell’inquinamento ed una maggiore sicurezza, dal momento che i ciclisti si possono considerare occhi che “pattugliano” i quartieri. Non trascurabile è il fatto che il suolo urbano potrebbe essere libero dai parcheggi e quindi meglio occupato da tutti, poiché nello spazio impegnato da un’automobile, sia in sosta che in movimento, c’è posto per ben dieci biciclette. Inoltre, il costo di un intero piano di ciclabilità per Vicenza sarebbe inferiore a quello di un solo pezzetto di tangenziale o di una delle 16 bretelle ipotizzate nel Piano di Assetto territoriale del Comune.
Infine Michele Mutterle ha ricordato come un miglioramento delle condizioni per i ciclisti a Vicenza sia non solo auspicabile, ma necessario. Ha quindi elencato come gli incidenti che hanno coinvolto ciclisti nella nostra città siano saliti dai 60 di media annua del decennio ’90, ai circa 100 all’anno nell’epoca post rotatorie, fino all’annus horribilis 2009, che ha visto ben 110 ciclisti coinvolti in incidenti e purtroppo ben 4 morti.
Ѐ stato quindi il turno dell’Assessore alla Mobilità e all’Ambiente Antonio Dalla Pozza, che in quell’occasione rappresentava l’Amministrazione Comunale. Dopo aver espresso il suo rammarico per non aver partecipato alla pedalata, in quanto impegnato in altri compiti istituzionali, ha dichiarato come la Giunta stia cercando di rispondere almeno in parte alle richieste di Tuttinbici, mettendo mano a una situazione di enorme difficoltà ereditata dalla precedente amministrazione. Ha dichiarato come alcuni punti critici, ad esempio la svolta di Levà degli Angeli, siano in fase di risoluzione, mentre entro la fine dell’anno verranno completate le piste ciclabili di san Paolo e Mercato Nuovo. Altri snodi critici, come ad esempio il sottopassaggio di san Pio X, sono invece ancora lontani dalla soluzione.
La promessa della giunta comunale è comunque quella di creare finalmente un sistema di ciclabilità a Vicenza, e non soltanto spizzichi di piste ciclabili che finiscono nel nulla, andando anche acollegarsi con i percorsi già esistenti a Longare e Costabissara, così da raggiungere nel giro di qualche anno la proporzione del trasporto ideale: 1/3 su auto privata, 1/3 su mezzi pubblici e 1/3 in bicicletta.
A noi non resta che continuare a pedalare, sperando che almeno i nostri figli si troveranno a vivere in una città più a misura d’uomo …e di bicicletta.

 
< Prec.   Pros. >
 

PROSSIME INIZIATIVE

 

Faedo in notturna

10_03_2017_isola150.jpg
23 marzo 2018
 
Giornata FAI di primavera
25_03_2018_150.jpg
25 marzo 2018
 

A spasso con Tiepolo

8_04_2018vicenza_150.jpg
8 aprile 2018
 

I paesaggi di Van Gogh. Tutti i colori di Arles e della Camargue

biciviaggio_4-12-08-2018_150.jpg
4-12 agosto 2018
 
 

SEGNALAZIONI

 

Sette chilometri di pista ciclabile collegheranno l’anello dei Colli alla Riviera Berica

coll_berici-euganei.jpg
 

Ecco la vera sosta a pagamento. L’inattitivà fisica costa all’Europa 80 miliardi di euro

bc-costo-europa.jpg
 

La Regione Veneto istituisce il Tavolo per la Mobilità Ciclistica

regione_veneto_tavolo_mobilita.jpg
 

Chi fa cicloturismo non fa autoturismo

cicloturismo_no_autoturismo.jpg
 

10 anni di proposte inascoltate

10annipropostein.jpg
 

Ancora senza targa?

targa2015.jpg
La trovi in sede e nei Tuttinbici Point
 

Campionato europeo di furto bici. Roma tra le finaliste

bici_citta_furto_roma.jpg
 

Sicurezza stradale e Mobilità dell’Utenza non motorizzata

quaderno_sic_stradale.jpg
 

Chiediamo le strade a misura di bambino

30_e_lode_sondaggio.jpg
Partecipa al concorso
 

Ad Arezzo il cicloturismo incontra l’ospitalità rurale

ciclotour2015.jpg
 

Le associazioni ambientaliste chiedono vagoni attrezzati per le bici

nuovitreni500_150.jpg
 
muoversi_citta_libro_150.jpg
 

Protocollo d'intesa RFI-FIAB. Stazioni più accessibili per la bici

accordo_rti_fiab.jpg
 

Il miglior sistema di bike sharing del mondo è in Cina?

bikesharing_cina.jpg
 

VUOI ENTRARE NEL NOSTRO GRUPPO DI AMICI?

iscriviti.jpg
Iscriviti e riceverai le nostre "Newsletter e Infogite": sarai tempestivamente informato di tutte le attività e le escursioni.
 

Olanda: nasce la prima pista ciclabile a pannelli solari incorporati

pista_ciclabile_fotovoltaica_150.jpg
 

In Europa ce l'abbiamo fatta!

europaecf2012dicembre_150.jpg
 

Volete salvare delle vite? Istituite zone 30 in tutte le città

zone30citta.jpg
La proposta di Tuttinbici 
 
tuttinbici_fb150.jpg
 
bc_150.jpg
Socio FIAB? La ricevi.
Regala l'abbonamento ad un amico  
 

TUTTINBICI FIAB VICENZA

ADERISCE A:

logo_fiab_in_evidenza_home.jpg
 
logo_ecf_in_evidenza_home.jpg