Password dimenticata?
OPZIONI
Home

Sicurezza stradale? Un vero controsenso!

bici_no_controsenso.jpgCome riconoscere un governo del fare e delle competenze da un governo di soli proclami? Le differenze si vedono dai dettagli. È stato detto che il governo ha a cuore sicurezza stradale e diffusione della mobilità ciclistica. La scorsa settimana in commissione trasporti, dove è in discussione il testo della legge delega per le modifiche del Codice della Strada, il presidente Meta ha approvato un emendamento che prevedeva l’eliminazione della norma per la legalizzazione del controsenso ciclabile nelle strade a velocità massima 30 km/h. Argomento sicuramente tecnico, ma importantissimo per la mobilità ciclistica.

Una lettura superficiale, che è la stessa che ha portato senza motivazioni a questa eliminazione, direbbe che i ciclisti sono matti a voler  andare contromano nelle carreggiate dove sfrecciano i veicoli nell’altra direzione. Questo sì sarebbe folle. Ma la richiesta delle associazioni per la tutela e la diffusione della bicicletta è ben diversa da questa estrema semplificazione giornalistica e chiede il controsenso ciclabile dove il traffico e la velocità sono limitati. Trattasi anche di un termine differente (tradotto visivamente è il cartello “eccetto bici” associato al segnale di senso unico nelle zone 30) ed è previsto in tutta l’Europa a ciclabilità evoluta. Dove il provvedimento è stato adottato e monitorato, ad es. a Bruxelles, è emerso che oltre ad aumentare la ciclabilità, veniva ridotta drasticamente anche l’incidentalità, dimezzata in primis per i ciclisti.

Leggi tutto...
 

SEM 2014 - Facciamo insieme le prove generali per il nostro futuro!

sem2014.jpg“Una sola settimana? Perché non proviamo a rendere sostenibile tutto l’anno la mobilità della nostra città? Ma perché non rendiamo la città più vivibile tutti i giorni dell’anno, per tutti i cittadini che si muovono a piedi e in bicicletta?”
Questa è la proposta migliore che potrebbero fare gli assessori alla Mobilità e Traffico, che ogni anno collaborano per l’organizzazione di questa intensa settimana dal 16 al 22 settembre.
Un appuntamento fisso promosso dalla Commissione Europea, che ha l’obiettivo di incentivare l’utilizzo dei mezzi di trasporto alternativi all’auto privata - piedi, bicicletta o mezzi pubblici - per gli spostamenti quotidiani.
L’opportunità per FIAB di concentrare l’interesse sulla mobilità e sul ciclismo urbano, per promuoverne le relative campagne (es. zone 30, infortuno in itinere, lotta al furto) e per rafforzare - dove esiste ed è possibile - la collaborazione con la pubblica amministrazione.


Leggi tutto...
 

Al calar del sole. Farsi vedere

calar_sole.jpgAl calar del sole è importante farsi vedere. Oltre all'impianto di illuminazione prescritto dalla legge, al giubbino catarifragente e a molti altri utili accessori, arriva ora una simpatica novità direttamente dagli States,  luci a led per biciclette che danno vita a un caleidoscopio di immagini luminose.
La green economy ossia la promozione di varie forme di mobilità alternativa e sostenibile è un tema di grande attualità per la comunità internazionale.
La mobilità in bicicletta è una validissima alternativa all’uso dell’automobile privata per gli spostamenti quotidiani, non inquina, fa bene alla salute ma la promozione del suo uso fa aumentare di pari passo l’esigenza di sicurezza dei ciclisti.
Farsi vedere è uno dei principali accorgimenti che aumenta la sicurezza dei ciclisti. Ne ha già parlato Francesco Baroncini, direttore FIAB, in questo articolo .

Leggi tutto...
 

Andare in bici non è ciclismo

bici_no_ciclismo.jpgUno degli ostacoli alla crescita dell’uso della bicicletta come mezzo di trasporto è che viene considerata come una forma di esercizio fisico e non come un mezzo di trasporto.  Gran parte della popolazione in Paesi come il nostro, legati alla cultura dell’automobile,  percepisce coloro che vanno in bicicletta quasi come atleti estremi, vestiti in abiti sintetici, casco e scarpe speciali, sfreccianti ad alta velocità tra le automobili, sempre al limite dell’incidente fatale.
In realtà molti degli "avvocati" di questa nobile causa corrispondono a questo archetipo, con il quale spaventano la maggior parte delle persone, che potrebbero invece essere interessate alla bici solo per i loro tragitti quotidiani e non per un uso sportivo.

Leggi tutto...
 

Trasimeno nel fango. Ovvero cicloturismo ... come non si deve fare

ard_ciclabile.jpgSul primo canale tedesco ARD il 5 luglio 2014 è apparso un servizio denuncia sulla pista ciclabile del Trasimeno. Pista in condizioni pietose, a tratti inesistente o sommersa dal lago, soprattutto uno scandaloso spreco di fondi.
Così ci scrive un dirigente FIAB residente in Umbria. "Il servizio della televisione germanica, anche se con qualche imprecisione, non ha fatto altro che render a tutti noto quello che molti da noi già sapevano, al punto da evitare da tempo di utilizzare la "Sistemazione ciclabile" del Lago Trasimeno (almeno si ebbe il pudore di non chiamarla "Pista"). Una grande incompiuta, finanziata (almeno inizialmente), con i fondi della 366, pensata male e realizzata peggio senza alcuna procedura comparativa nè per la progettazione, nè per la esecuzione delle opere affidate alla Comunità Montana del Trasimeno, in un "In-house" inammissibile e un inammissibile gioco al ribasso.

Leggi tutto...
 

Ancora un posto disponibile per la Ciclovacanza 2014

presentazione_ciclovacanza2014_450.jpgSi è liberato un posto in camera doppia per un uomo.

Per informazioni contattare Renata Zorzanello cell. 346 0705940

email: Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo

 

Ma che bell’Albergabici! Quante stelle gli diamo?

albergabici_stelle.jpgDa oggi nel portale della FIAB Albergabici.it è possibile lasciare il proprio giudizio sull’ospitalità ricevuta.
Ogni visitatore potrà registrarsi e lasciare un commento ed un giudizio sul livello dell’ospitalità ottenuto e sulla qualità cicloturistica dell’area in cui ha trascorso le proprie vacanze in bicicletta.
Siete stati ospiti negli ultimi mesi di un Albergabici? Come è stata la vostra esperienza cicloturistica nella zona in cui avete trascorso le vacanze? Inserite il vostro commento nella scheda dell'albergo, sarà utile per altri ciclisti che si accingono a pedalare in quelle zone.
Il sistema di recensione è simile a quello di altri portali con un giudizio sintetico da 1 a 5 stelle e con uno spazio per lasciare un breve testo di commento. La novità è la possibilità di giudicare da 1 a 5 anche l’area in cui si è pedalato, creando una sorta di sondaggio sul gradimento della zona dal punto di vista del turista in bicicletta.
Poter lasciare un commento è semplice, si entra nella scheda della struttura in cui si è soggiornato e si clicca su “recensioni” e quindi su “inserisci la tua recensione”. Verrà chiesta una registrazione e la conferma tramite mail del testo inserito.
La recensione verrà pubblicata solo successivamente alla validazione che sarà a cura di Albergabici.
 
Per informazioni scrivere a Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo
 

Un km in bici fa guadagnare la società, in macchina la fa perdere: quanto lo dice uno studio danese

copenhagen2014.jpgCopenhagen è una delle città più green d’Europa. Andandoci vi renderete conto di quanto l’Italia sia indietro a livello di mobilità ciclistica. Ma in Danimarca si studiano anche gli effetti positivi dell’andare in bici: e si è scoperto, attraverso complessi calcoli incrociati, che ogni chilometro percorso in bici porta un guadagno economico netto di 42 centesimi alla società. Mentre se si percorre in auto lo stesso km genera una perdita di 3 centesimi per tutta la comunità.
In questa complessa equazione sono incluse sicurezza, comfort, turismo, salute e trasporti per tutti i cittadini.
Lo studio danese, infatti, fonda proprio sul parametro economico la sua ricerca. Il risparmio, in termini di assicurazioni e salute, è significativo.

 

 

Leggi tutto...
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Pross. > Fine >>

 

PROSSIME INIZIATIVE

 

Ostiglia Day

21_09_2014_vicenza_150.jpg
21 settembre 2014
 

La Riviera del Brenta da Stra a Malcontenta

21_09_2014_isola_150.jpg
21 settembre 2014
 

La Villa dei Vescovi a Luvigliano

28_09_2014_vicenza_150.jpg
28 settembre 2014
 

Da Noventa Vicentina a Soave

28_09_2014_noventa_150.jpg
28 settembre 2014
 

Schio - Oasi Millecampi

28-29_09_2014_schio_150.jpg
27, 28 settembre 2014
 

Vigne e ville dei Colli Berici

5_10_2014_schio_150.jpg
5 ottobre 2014
 

SEGNALAZIONI

 

Undicesimo: "Non ricettare"

non_ricettare.jpg
 

In Europa ce l'abbiamo fatta!

europaecf2012dicembre_150.jpg
 

Volete salvare delle vite? Istituite zone 30 in tutte le città

zone30citta.jpg
La proposta di Tuttinbici 
 
tuttinbici_fb150.jpg
 
bc_150.jpg
Socio FIAB? La ricevi.
Regala l'abbonamento ad un amico  
 
 
< Settembre 2014 > »
Do Lu Ma Me Gi Ve Sa
31 1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 1 2 3 4
Documento senza titolo

IN EVIDENZA

 

Segnalazione manutenzione ciclabili

newsletter_settembre2014_150.jpg
 
 
albergabici.jpg
Tutte le strutture idonee ai ciclisti 
 

Ruotalibera


 

Veneto ciclabile

reteciclabile_veneto.jpg
 
bicitalia2014_sito_150.jpg
Visita il nuovo Bicitalia.org
 

Campagna iscrizioni 2014

tesserafiab2014.jpg
E' iniziata la campagna tesseramento per l'anno 2014.
Rinnova l'iscrizione o diventa nuovo socio
 
programm2014_150.jpg
 
 
 
ciascunoilsuo.jpg
In bici fatti notare!
 

30 km/h rendere le strade vivibili!

30kmh.jpg
 

Bassano ha intervistato la Dott.ssa Laura Todesco

bassanointervista.gif
 

Unisciti a noi, entra in FIAB

diventa_socio2013_150.jpg
 
 

I Video

sezione_video.jpg
 
5x1000_2011.gif
 

FACCIAMOCI VEDERE !

giubbino.jpg
Campagna FIAB 2011-2012
Il ciclista illuminato
di sera e di notte sempre visibili

Nuovi giubbini rifrangenti FIAB nelle ore serali
 

VUOI ENTRARE NEL NOSTRO GRUPPO DI AMICI?

iscriviti.jpg
Iscriviti e riceverai le nostre "Newsletter e Infogite": sarai tempestivamente informato di tutte le attività e le escursioni.
 
 
 

Ancora senza targa?

targa.jpg
La trovi in sede e nei
Tuttinbici Point

 

Tuttinbici Fiab Vicenza aderisce

fiablogo2014.jpg

ecf.gif